news

06 agosto 2018

ASSEMBLEA NAZIONALE CONFIMI INDUSTRIA IL 15 OTTOBRE A MONZA

Al convegno con il presidente Ventricelli una ricca compagine territoriale

Si svolgerà il prossimo 15 ottobre nella nuova sala convegni dell’Autodromo Internazionale di Monza, l’assemblea nazionale di Confimi Industria che riunirà allo stesso tavolo dei lavori personalità prestigiose del panorama imprenditoriale e politico. A rappresentare la compagine territoriale, naturalmente il presidente dell’associazione regionale Sergio Ventricelli, coadiuvato dal vice-presidente Carlo Pellicola, e dal segretario generale Riccardo Figliolia.

Confimi_invito

17 maggio 2018

ILVA, AGNELLI: “INVESTIRE IN BONIFICA E SICUREZZA”

Il presidente di Confimi, lancia un appello al futuro governo

“Sarebbe un delitto abbandonare l’Ilva, il più grande laminatoio d’Europa" afferma Paolo Agnelli Presidente di Confimi Industria lanciando un appello ai futuri governanti affinché vengano tutelate le industrie e i posti di lavoro. "C’è ancora spazio per mettere in sicurezza l’ambiente, e con ArcelorMittal - sottolinea Agnelli - l’azienda potrà soltanto crescere. Quello che deve essere chiaro a tutti, decisori e cittadinanza è che insieme all’Ilva crescerà tutto l’indotto e si ricreeranno in pochissimi anni nuovi posti di lavoro. Chiudere lo stabilimento perché inquina e non imporre bonifiche e investimenti in sicurezza ambientale è un messaggio privo di buon senso. Non deve essere gettato al vento l’ottimo lavoro fatto dal Ministro Calenda”. E ancora, “In Italia bisogna finalmente tutelare senza se e senza ma le industrie e i posti di lavoro e porre fine a questa cultura antindustriale che da anni denunciamo” chiude Agnelli. Per Sergio Ventricelli (presidente di Confimi Puglia), "chiunque dovesse governare, la questione Ilva dev'essere sbloccata e risolta, improrogabilmente, entro il 2018".

19 febbraio 2018

ELEZIONI, CONFIMI E ANC INCONTRANO I CANDIDATI PUGLIESI

Intervistate le principali forze politiche, in vista del voto di marzo

Questo pomeriggio, a Bari, Confimi Puglia e ANC (Associazione Nazionale Commercialisti) hanno incontrato i rappresentanti delle principali forze politiche (Forza Italia, Potere al Popolo, Noi con l’Italia, Leu, Movimento Cinque Stelle, Fratelli d’Italia), che prenderanno parte all’appuntamento elettorale del prossimo quattro marzo. Nel corso dell’incontro, i candidati (Sisto, Forenza, Zurlo, De Pascali, dell’Olio, e Ambrosi) si sono espressi su alcune delle tematiche di maggior rilevanza per il mondo delle imprese e delle professioni economiche. Per Confimi Puglia, il presidente Sergio Ventricelli ha ribadito l’importanza di “costruire un modello di sviluppo, capace di generarsi e reggersi da solo, senza assistenza né aiuti, attraverso una decisa azione di deburocratizzazione per le piccole imprese, che incidono col loro fatturato sul 73,8% del Pil”. Con lui, il presidente di ANC Bari, Giuseppe Scalera, che ha ribadito l’importanza di una fiscalità semplificata. Al termine dell’incontro, al quale ha partecipato anche il segretario generale di Confimi Puglia Riccardo Figliolia, è stato presentato un documento congiunto Confimi Puglia-ANC, con le proposte che imprese e professionisti sottoporranno al prossimo governo del Paese.

2018-02-20-PHOTO-00000028 2018-02-20-PHOTO-00000029 2018-02-20-PHOTO-00000030

22 dicembre 2017

ANALISI, IL LIBRO DI AGNELLI SULLE PMI ITALIANE

Presentato a Roma, col Ministro Calenda. Una tappa anche in Puglia.

Si intitola “Piccole per modo di dire” (Fausto Lupetti Editore), è scritto a quattro mani dal presidente di Confimi Industria Paolo Agnelli (proprietario dell’omonimo Gruppo, leader in Italia nella lavorazione dell’alluminio) e Matteo Richetti (deputato e portavoce del PD) ed è il manifesto delle oltre quattro milioni di piccole e medie imprese italiane, che producono un fatturato aggregato che si avvicina ai 2 mila miliardi di euro, impiegando 16mln di addetti, e che oggi in Italia realizzano più del 70% del PIL. E’ stato presentato a Roma, lo scorso 12 dicembre, alla presenza degli autori e di Carlo Calenda (ministro dello Sviluppo Economico). Un dibattito serrato che ha messo a confronto politica e impresa sui grandi temi economici e industriali: dalla complessità della burocrazia all’accesso al credito che Agnelli sottolinea essere “il vero problema che inchioda lo sviluppo delle Pmi, anche perché per applicare le misure di Industria 4.0 serve comunque credito” e per finire agli incentivi sulle imprese. A Roma, anche il presidente di Confimi Puglia Sergio Ventricelli, che ha invitato il presidente Agnelli a Bari, per un focus sul sistema produttivo regionale.

Paolo-Agnelli-Carlo-Calenda-Giancarlo-Loquenzi-1024x683 12.24.15 Carlo-Calenda_02-1024x683 12.24.11

Pagina 3 di 1012345...10...Ultima »