news

02 Marzo 2022

INDUSTRIA E CULTURA. PAOLO AGNELLI PRESENTA IL NUOVO LIBRO

Un evento col presidente nazionale di Confimi e il sindaco Decaro

L’industria è anche cultura. E' questo il pensiero che ha generato l’appuntamento ospitato al Circolo Unione di Bari, all’interno del Teatro Petruzzelli, che ha visto come protagonista un racconto sulla bellezza e la difficoltà di fare impresa, che si intreccia alla saga di una famiglia e a quella di una nazione stessa, l'Italia naturalmente. A presentare la biografia dal titolo “Oro Grigio. I signori dell’alluminio”, edito da Solferino, il direttore di Telenorba Vincenzo Magistà, che ha conversato con l’autore, il presidente di Confimi Industria Paolo Agnelli, e il sindaco di Bari Antonio De Caro. Il libro tratta della storia di un ragazzo, Baldassare Agnelli, che nella Milano del 1894 perde tutto, all'improvviso: i genitori, l'osteria che gestivano a porta Ticinese, la possibilità di mantenere se stesso e i suoi cari. Ha appena dodici anni e si adatta a fare i mestieri più disparati. Diplomatosi orafo cesellatore, si rivolge a uno dei più prestigiosi orafi della città che non solo lo prende a bottega ma lo manda in viaggio di lavoro: un'avventura nei Balcani durante la quale Baldassare avrà occasione di fare un favore al capo di una famiglia Rom. Verrà ricompensato con il dono del loro segreto: una tecnica ancora sconosciuta in Italia per la saldatura dell'alluminio su cui costruirà un'impresa di famiglia destinata a durare attraverso decenni ricchi di eventi. L'azienda degli Agnelli dovrà attraversare due guerre mondiali e una dittatura, le agitazioni sindacali degli anni caldi, l'Italia del boom tra espansione dei consumi domestici e dura battaglia contro l'acciaio, le crisi e le opportunità della Guerra fredda, l'espansione sui mercati internazionali, la sfida della Cina.

28 Febbraio 2022

BARI CAPITALE DELL’INDUSTRIA. CONFIMI INAUGURA LA NUOVA SEDE

E il Presidente nazionale, Paolo Agnelli, presenta il suo libro

Per due giorni Bari diventa capitale dell'industria. Il cuore della zona industriale del capoluogo pugliese accoglierà in un hub la nuova sede di Confimi Bari, BAT, Foggia, presieduta dal già vicepresidente di Confimi Sergio Ventricelli (nella foto assieme al Presidente nazionale Agnelli), che veste anche il ruolo di presidente di Confimi Puglia. Giovedì 3 marzo alle ore 10.30, si terrà l’inaugurazione della sede di Confimi Bari, BAT, Foggia in viale Francesco De Blasio alla zona industriale di Bari. Al taglio del nastro, a cura del presidente Ventricelli, saranno presenti Paolo Agnelli fondatore e presidente di Confimi Industria, Monsignor Giovanni Ricchiuti Vescovo della Diocesi di Altamura, Gravina, Acquaviva delle Fonti e Segretario della Commissione Episcopale per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace. “I nuovi uffici di Confimi Bari – dichiara Agnelli - saranno una chiara manifestazione della costante attenzione che si ha per il confronto e il reciproco supporto con coloro che ogni giorno entrano in fabbrica”. “L’idea non è solo quella di insediarsi vicino alle industrie – spiega il presidente Ventricelli - ma anche produrre, insieme ad altri partner che animeranno l’hub, tutta una serie di strumenti e di opportunità che permettano alle aziende del territorio di traguardare risultati come finanza agevolata, internazionalizzazione, bandi. Un modo anche per accorciare i tempi e permettere a dirigenti e manager di progettare congiuntamente le attività e raggiungere obiettivi importanti. L’industria è anche cultura. Un pensiero che ha generato l’appuntamento di mercoledì 2 marzo, ospitato al Circolo Unione all’interno del Teatro Petruzzelli, alle ore 17.30, che vedrà protagonista un racconto sulla bellezza e la difficoltà di fare impresa, che si intreccia alla saga di una famiglia e a quella di una nazione. A presentare la biografia dal titolo “Oro Grigio. I signori dell’alluminio”, edito da Solferino, sarà il direttore di TeleNorba Vincenzo Magistà, che converserà con l’autore, il Presidente di Confimi Industria Paolo Agnelli, e col sindaco di Bari Antonio De Caro.

31 Gennaio 2022

ZONA INDUSTRIALE DI BARI. LA TEDESCA BOSCH E’ IN CRISI

Ventricelli, Confimi Bari: "Rilanciare la nostra manifattura"

"Basta offrire benefit di ogni tipo, attraverso finanziamenti pubblici, alle multinazionali. La politica si impegni per permettere l'inserimento vero e serio delle aziende pugliesi, altrimenti la zona industriale di Bari, diventerà solo uno spot, totalmente fuori contesto". Così, Sergio Ventricelli (foto) presidente di Confimi Bari Bat Foggia e Puglia, all'indomani delle notizie apparse sulla stampa della formalizzazione da parte della Bosch di una crisi che sta vivendo lo stabilimento di Bari, con l'annuncio di 700 esuberi in 5 anni, su un organico di 1.700 persone. "Solo ora sento parlare di nuovo piano industriale - continua Ventricelli - mi domando dove sono state tutte le parti sociali in questi anni. Noi di Confimi stiamo triplicando gli sforzi, valorizzando il patrimonio delle nostre industrie italiane, attraverso processi di innovazione, ricerca e formazione. E, a giorni, ci trasferiremo nella nuova sede, insediandoci proprio nella zona industriale del capoluogo, per patrimonializzare sempre meglio una nuova generazione di imprenditori".

21 Dicembre 2021

Confimi Alimentare: Alessandro Tatone è il nuovo presidente

Auguri di buon lavoro dal Presidente di Confimi Bari Sergio Ventricelli

La categoria Alimentare di Confimi ha un nuovo Presidente, è Alessandro Tatone, Presidente di Confimi Alimentare Bari. "Nei prossimi tre anni - afferma Tatone -, con l'ausilio della mia giunta, concentrerò il mio mandato su alcune direttrici quali: continuare a sviluppare la progettualità legata al tema dell'export, favorire l'allargamento territoriale su base nazionale e promuovere l'interlocuzione istituzionale." A Tatone gli auguri di buon lavoro da parte di Sergio Ventricelli, Vice Presidente nazionale di Confimi e Presidente di Confimi Bari,Bat,Foggia.