news

29 Aprile 2017

NASCE A TIRANA CONFIMI INDUSTRIA ALBANIA

Presenti il Presidente e il Segretario Generale di Confimi Puglia

Con l’ingresso nella confederazione dell’AIIA, l’Associazione Imprenditori Italiani in Albania, il 28 aprile è nata Confimi Albania. Alla guida il presidente Carmine Cipro e il direttore Roland Muka. Al centro degli incontri nella "due giorni" di missione guidata dal presidente Paolo Agnelli, i rapporti economici fra Italia e Albania. Paesi culturalmente vicini, come ha sottolineato durante un colloquio ristrettissimo, il Presidente della Repubblica D’Albania Bujar Nishani. Durante gli incontri con diversi esponenti istituzionali e politici (olltre al Presidente della Repubblica Nishani e al Presidente della Camera Meta, il viceministro dell’Economia del Turismo e dello Sviluppo Economico, Adela Karapici, il leader del Partito Democratico Lulzim Basha e il Direttore Generale dello Sviluppo economico del Municipio di Tirana, Enkelejed Musabelliu). Col Presidente Agnelli, c'erano il presidente e il segretario generale di Confimi Industria Puglia Sergio Ventricelli e Riccardo Figliolia e il direttore nazionale Fabio Ramaioli.

Confimi_Albania

ULTIME news

27 Luglio 2020

ALESSANDRO TATONE, VICE PRESIDENTE DI CONFIMI ALIMENTARE

Nominato l'imprenditore pugliese, già al vertice della verticale di Confimi Bari

Confimi Industria Alimentare si rafforza e dà il benvenuto a tre nuovi componenti di giunta. Si tratta di di Alessandro Tatone di Equity Puglia srl, presidente di Confimi Alimentare Bari, di Sergio Valenzano della Naturagri Società Agricola srl e in rappresentanza di Confimi Basilicata e di Alessandro Greppi di Primavera Food in rappresentanza di Confimi Piemonte. Non solo, Pietro Marcato presidente della categoria alimentare di Confimi Industria aggiunge al board un nuovo vicepresidente: alla figura di Riccardo Boscolo infatti si aggiunge proprio quella di Alessandro Tatone, con delega al Sud. “Un ampliamento necessario e voluto” sottolinea il presidente Pietro Marcato “per dare maggior forza e rappresentatività a uno dei settori trainanti della nostra economia, portato spesso in palmo di mano dai Governi, valorizzato all’estero ma spesso poco unito al suo interno”. “Fare rete, ha ricordato Marcato , è proprio quello che la categoria si propone di fare, a partire dal mettere a sistema le differenti esperienze territoriali”. Nel periodo estivo la Giunta lavorerà per elaborare progetti con ricadute sulle imprese del settore e produrrà osservazioni sui prossimi provvedimenti legislativi in uscita. In autunno poi la categoria sarà chiamata a rinnovare le proprie cariche. Ad Alessandro Tatone, gli apprezzamenti e gli auguri di buon lavoro del presidente di Confimi Bari, Sergio Ventricelli, del vice presidente Carlo Pellicola e dell'intero Consiglio Direttivo.

Alessandro Tatone

04 Marzo 2020

ALFONSO CIALDELLA PRESIDENTE DI CONFIMI MECCANICA

L'imprenditore coratino al vertice della verticale di Confimi Bari

Alfonso Cialdella è stato nominato presidente della sezione Meccanica di Confimi Industria Bari, Bat, Foggia. «Sono molto grato alla direzione di Confimi Industria - ha dichiarato l'imprenditore coratino - per il riconoscimento e per avermi dato fiducia. È un ruolo di grande responsabilità ed è per me un grande onore anche perché frutto dell’impegno e della dedizione al lavoro. Chiaro è che se oggi occupo questa posizione di vertice è anche grazie al mio staff e ai miei collaboratori che ogni giorno con me affrontano nuove sfide. Confimi Industria Bari-Bat-Foggia è un gruppo composto da imprenditori sani, di grandi valori etici e morali, con un grande spirito di appartenenza sociale e territoriale. Sono entrato a far parte di questa confederazione da subito, da quando mi hanno illustrato gli obiettivi e le prospettive future che ho immediatamente condiviso. Con il mio impegno cercherò di contribuire alla continua crescita di questo gruppo. In particolare i nostri obiettivi sono accrescere il tessuto imprenditoriale del gruppo, migliorare le condizioni contrattuali, formare ed informare le nuove generazioni al fine di non dipanare le risorse umane e rafforzando il capitale umano".

4265206_c1f843_850x478