news

11 Settembre 2018

LA FIERA DEL LEVANTE. 82 EDIZIONI MA SFIDE INNOVATIVE ANCORA DA COGLIERE

Il presidente Ventricelli alla vigilia dell’evento settembrino più atteso dai baresi

"A che serve avere un quartiere fieristico tra i più estesi in Italia, se al suo interno non si promuove business tutto l'anno? A ottantadue anni suonati, la Fiera del Levante meriterebbe un progetto di rilancio serio, innovativo e internazionale". Così il presidente di Confimi Industria Puglia, Sergio Ventricelli, alla vigilia della fiera di settembre, la cosiddetta campionaria. "Negli ultimi vent'anni - continua Ventricelli - il mondo si è evoluto in modo esponenziale, eppure, a Bari, nulla è cambiato, celebrando lo stesso modello pensato circa un secolo fa". Al contrario di quanto accade in ambito internazionale, con l'innovazione autentica chiave di volta. "Il mercato mondiale degli eventi fieristici - prosegue Ventricelli -, scommette oramai sia sulla qualità delle infrastrutture e dei servizi, sia sulla capacità di aggregare community, fare network tra espositori, buyer e visitatori, arricchendo l'offerta di iniziative collaterali alle principali manifestazioni o, addirittura, creando nuovi spin-off". Le nuove sfide riguardano i quartieri fieristici, che saranno più compatibili con ambiente e sicurezza, e le certificazioni dei dati delle fiere di livello internazionale. Innovazione, qualità e specializzazione, dunque. "Qui - conclude Ventricelli -, non esiste nulla di tutto questo. Finora, nel quartiere fieristico, si sono insediate una serie di agenzie regionali, un supermercato con annessi luoghi per la ristorazione e poco altro ancora. In compenso, è stato nominato un nuovo presidente, scelto senza alcun procedimento partecipativo. Non bastasse tutto questo, non si ha notizia del coinvolgimento delle più importanti aziende pugliesi manifatturiere. Ci sarà, invece, come da tradizione, il presidente del Consiglio, che verrà accompagnato negli stand tirati a lucido, per le foto di rito. Chissà che, parlando con i tanti "padroni di casa", non possa suggerir loro delle linee guida più attuali, per un rilancio vero della fiera. Magari con un management autorevole e un piano industriale appropriato, che sappia offrire al territorio pugliese un volano impareggiabile, per internazionalizzarsi e creare economia".

ULTIME news

13 Aprile 2022

IL BARESE BEVILACQUA NEL GRUPPO GIOVANI IMPRENDITORI DI CONFIMI

Il presidente Ventricelli. "Auguri a Giorgio. Loro, il nostro presente"

Il barese Giorgio Bevilacqua, una laurea in Economia, al vertice della divisione commerciale dell'azienda di famiglia Tecnoacciai, è entrato nella Giunta del Gruppo Giovani di Confimi. Con lui, il presidente Michele Ghibellini, espressione della nuova leva imprenditoriale veronese, Matteo Manzardo, vicepresidente vicario (Vicenza) e i componenti Anna Supino (Mantova), Francesco Buscaini (Federlazio), Mirko Montagna (Cremona), Emanuele Mirabella (Monza Brianza), Saverio D'Ercole (Basilicata) e Francesco Pieri (Umbria). A fare gli auguri di buon lavoro al Gruppo Giovani, Sergio Ventricelli, vice presidente nazionale e presidente di Confimi Puglia. "Auguri al nostro Giorgio, al presidente Ghibellini e a tutta la Giunta. Loro sono il nostro futuro e il nostro presente. Con queste basi, Confimi sarà in grado di costruire un percorso ancora più lungo e pieno di soddisfazioni".

22 Marzo 2022

IL GRANDE PORTO DI BARI. UN SEMINARIO IL 1 APRILE

Un'iniziativa di Confimi Puglia Logistica

Si terrà venerdì 1 aprile nella Sala Convegni dell'Interporto della Puglia (ore 15.30) il seminario intitolato "il grande porto di Bari". Organizzato da Confimi Logistica Puglia in collaborazione con Propeller Club Port of Bari. Vi partecipano, tra gli altri, il vicepresidente Confimi con delega alle Infrastrutture, e il presidente di Confimi Logistica Puglia Vito Totorizzo. Modera il segretario generale di Confimi Puglia Riccardo Figliolia.